Home page
 


Links
Home page
ARTIST'S INFO
Patrice Heral 
 


Patrice Heral si racconta…

Sono nato nel 1965 a Montpellier (città cosmopolita e multietnica che si trova a sud della Francia nella Regione della Provenza nda). Ad essere sinceri ho incominciato a suonare in alcune formazioni rock davvero senza speranza. Nipote di un baritono e figlio di un muratore ho cercato a lungo la mia strada. Improvvisamente l'incontro con Alain Joule e Barre Phillips. Sono stati loro a risparmiarmi il peggio. Il jazz e l'improvvisazione entrarono così nella mia vita. Da quel momento non mi sono più placato.

Questo il mio modesto contributo all'evoluzione dell'arte contemporanea:

(in gruppo con):
Markus Stockhausen, Arild Andersen, Terje Rypdal, Tore Brunborg, Kirsten Brattenberg, N'guyen Lê, Renaud Garcia Fons, Franck Tortiller, Wolfgang Puschnig, Frederic Favarel, Max Nagl, Dhafer Youssef, Antonello Salis, Furio Di Castri, Paolo Fresu, Tom Cora, Iva Bittova, Vienna Art Orchestra, Wolfgang Muthspiel, Michel Portal, Chano Dominguez, Charlie Mariano, Ferenc Snettberger, Lol Coxhill, Julie Tippetts, Steve Swallow, Ralph Towner, John Taylor, Maria Pia De Vito, Rita Marcotulli, Carsten Dahl…

…alcuni festivals:
Jazz in Saalfelden (Austria), North Sea Jazz festival (Olanda), Berlino Jazz Tagen, Hamburg musicfest (Germania), Tampere Jazz festival (Finlandia), Bath jazz festival (Inghilterra), Roma, Bolzano, Monza jazz festival (Italia), Jazz fest Wien (Austria), Assier Jazz festival, Figeac Avis d'passage, Marsiglia, Mimi-Festival de Jazz Paris, festival di radio France Montpellier ad Aix in Provenza, Le Mans Jazz festival, Rencontres Internationales de Nevers (France) Sarajevo Jazz festival (Bosnia), Jazz festival Beograd (Serbia), Copenhagen Jazz Tagen (Danimarca)…

…alcune incisioni:
Max Nagl: Cafe electric (November music)
Max Nagl: Melange a trois (November music)
Max Nagl: Ramasuri (Hat hut records)
Dhafer Youssef: Malak (Enja records)
Nicolas Simion, Ed Schuller, Tomàsz Stanko, Patrice Heral: Dinner for Don Carlos (tutu records)
Vienna Art Orchestra: Artistry in rhythm (tcb productions)
Renaud Garcia-Fons: Navigatore (Enja Records)
Frederic Favarel: Fred&friends (charlotte records)
Stockhausen, Andersen, Heral, Rypdal: Kartha (E.C.M)
Carsten Dahl, Arild Andersen, Patrice HERAL: The sign (sundance records)
Frederic Monino: First meeting (harmonia mundi)
Franck Tortiller: Franck Tortiller (altri suoni)
Maria Pia De Vito, Ralph Towner, John Taylor, Steve Swallow, Patrice Heral: Nel respiro (Provocateur records)
Maria Pia De Vito, Patrice Heral: Tumulti with Ernst Reijseger e Paul Urbanek (il Manifesto)

Dicono di lui:
…Steve Swallow scrive: …Patrice HERAL è tra i migliori percussionisti della nuova generazione, tra quei musicisti che possiedono la più vasta conoscenza delle musiche del mondo (world's musics). Patrice è particolarmente capace di adattare e combinare le più diverse sonorità.
 
   


Related products
  Endless: drums,sabar,djembé,kanjira,calabash, triangle,small percussions
 
     
   
Web development Dataexpert Art direction: Marina Barbensi ©2011 Abeat records
P.IVA 02453100121 - Via Pasubio, 6 - 21058 Solbaite Olona VA - Tel. +39 0331 376380